Articolo ILC

Costa Venezia è stata consegnata a Monfalcone da Fincantieri a Costa Crociere

Come ogni principessa che si rispetti, Costa Venezia è sotto i riflettori fin dalla culla, custode di speranza e depositaria della bellezza della sua stirpe. La sua culla è il centenario cantiere Fincantieri di Monfalcone, la cui partnership con la società Costa risale al 1966 con la costruzione di uno degli ultimi transatlantici “bus”, la nave che prenderà poi il nome di Eugenio C., trasformandosi nel capostipite delle attuali crociere.

La storia di Fincantieri è legata a doppio filo non solo alla società Costa, ma anche al territorio in cui vive, con la creazione di infrastrutture per la vita extra lavorativa dei dipendenti, con gli investimenti, e ricevendo per contro con un sempre maggiore interesse istituzionale verso la cura degli studi universitari inerenti il mondo navale. Concetti sottolineati sia dal sindaco di Monfalcone Anna Maria Cisint che dall’A.D. della Fincantieri G. Bono, il quale ricorda altresì la forte espansione economica prevista per il futuro, con la commissione di ben 116 navi da tutto il mondo, tra cui 54 da crociera.

Giuseppe Bono Amministratore di Fincantieri

Il Presidente e A.D. di Carnival Corporation Arnold Donald descrive l’ultima nata di casa con palese emozione, riallacciandosi ad una famosa frase di Marco Polo “non ho raccontato nemmeno la metà di quanto ho visto, perché non mi avrebbero creduto”. Ecco, questo sarà Costa Venezia: un’ambasciatrice del made in Italy nel mondo, un viaggio nel viaggio intriso dell’essenza stessa della città di cui porta il nome, della sua eleganza, del suo Carnevale, e dei suoi luoghi più rappresentativi. A bordo si vivrà una continua esperienza sensoriale nell’atmosfera veneziana, ed a terra gli itinerari saranno un susseguirsi di sorprese e luoghi incantevoli da scoprire ed esplorare.

L’eccellenza italiana sui mari del mondo è rimarcata con orgoglio anche dal Presidente di Costa Asia Marco Zanetti, il quale ricorda altresì che Costa Venezia può fregiarsi del titolo di prima nave costruita ad hoc per il mercato asiatico, studiata in tutti i suoi dettagli per adattarsi ad un pubblico sempre crescente di crocieristi. Allo stesso mercato sarà destinata anche la gemella di Costa Venezia, attualmente in costruzione, ma per la quale non vengono svelati altri dettagli… lasciamo giustamente le luci della ribalta all’attuale neonata!

Dopo gli interventi istituzionali del Presidente della Regione Massimiliano Fredriga e del Ministro dell’Interno, nonché Vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini, entrambi estremamente orgogliosi e felici di Costa e Fincantieri, viene trasmessa la Cerimonia del Cambio Bandiera.

Assistiamo con palpabile emozione alla discesa della bandiera Fincantieri ed alla contemporanea salita di quella Costa, eseguite dall’equipaggio in uniforme e da una rappresentanza di operai in divisa da lavoro. Il religioso silenzio viene rotto dalla voce del Comandante che richiama tutti sull’attenti per issare la bandiera dell’Italia, il tricolore che tanto amiamo e portiamo con orgoglio nel mondo, mentre risuona nell’aria una strofa dell’Inno di Mameli.

Infine, come un simbolico passaggio di consegne, il Direttore dello stabilimento di Monfalcone della Fincantieri consegna al Comandante Giulio Valestra un’ampolla con la prima acqua toccata al varo da Costa Venezia: è come il primo vagito di una nuova creatura.

Benvenuta Costa Venezia

Articolo di Jessica Garau

Rispondi