Uncategorized

COSTA SMERALDA: LA NAVE AMMIRAGLIA DELL’ECCELLENZA ITALIANA

L’esclusivo design d’interni della nave è ispirato al concetto di “Italy’s finest”: una festosa e
creativa celebrazione dello stile italiano, della sua storia e delle sue migliori espressioni, interpretata da quattro studi di architettura e interior design, sotto la guida del Direttore Creativo Adam D. Thiany.
Una selezione di straordinarie aziende italiane hanno contribuito all’arredamento della nave.

Costa Smeralda, la nuova ammiraglia della flotta di Costa Crociere, compagnia di crociere battente bandiera italiana, offre ai suoi ospiti l’inimitabile ospitalità italiana, prestando particolare attenzione all’ambiente: è alimentata a Gas Naturale Liquefatto (LNG), il combustibile fossile più pulito al mondo, e rappresenta quindi un esempio concreto di innovazione responsabile.

“Italy’s finest” è il tema scelto dal Direttore Creativo Adam D. Tihany per il design degli interni di Costa Smeralda: l’esaltazione creativa dello stile italiano, della sua storia e delle sue migliori espressioni.
“Il concetto di ‘Italy’s finest’ è un’autentica celebrazione del design, della cultura e dello spirito italiani”, ha dichiarato Tihany. – “Fin dalla sua nascita, Costa è stata ambasciatrice dell’ospitalità e della cultura italiane nel mondo. È un marchio intrinsecamente italiano, che accoglie a bordo non solo italiani, ma viaggiatori provenienti da tutta l’Europa. Questa situazione alimenta due visioni dell’Italia: l’Italia che il mondo sogna e l’Italia autentica come la vivono gli italiani. Italy e Italia compongono insieme ‘Il Belpaese’: la loro sinergia e interazione sono alla base della concezione del nostro progetto. Quando si è trattato di individuare i progettisti per dare vita a questa visione ho deciso di incaricare un team internazionale variegato e composito, in cui i diversi percorsi formativi e le provenienze da diversi paesi del mondo dei personaggi coinvolti avrebbero potuto dare forma nel migliore dei modi al concetto di Italy/Italia su Costa Smeralda”.
Costa Smeralda ospita inoltre il primo museo del design a bordo di una nave da crociera, che è anche l’unica area disegnata direttamente dallo stesso Tihany e dal suo studio. Il Costa Design Collection Museum (CoDe) è un concentrato di stile italiano, una celebrazione interattiva dell’eccellenza italiana contemporanea in tema di design, dalla moda, al cinema, all’arredamento.

“Italy’s finest è, per me, un sentimento di orgoglio che è stato tramandato di generazione in generazione”, ha aggiunto Tihany. – Un luogo dove tutto sembra un sogno e il tempo sembra rallentare. Qui lo stile è il re, la bellezza è la regina e l’atteggiamento delle persone potrebbe cambiare il mondo. Queste idee di Orgoglio, Gusto, Tempo, Stile, Attitudine, aiutano a dare forma alla nostra interpretazione del tema della nave”.

Sotto la guida di Tihany, il tema “Italy’s finest” è stato sviluppato da quattro studi di architettura e interior design: Dordoni Architetti, Rockwell Group, Jeffrey Beers International e Partner Ship Design.

Ognuno di questi studi ha una grande esperienza nei settori del design dell’ospitalità a livello internazionale e nella progettazione di hotel, ristoranti e aree pubbliche. Il team ha creato un concept di design innovativo, che rappresenta la storia e la tradizione del brand Costa, con una realizzazione ad hoc della filosofia “Italy’s Finest”. In qualità di Direttore Creativo, Adam Tihany ha supervisionato lo sviluppo del design e del branding della nuova nave. Questo superlativo pool di talenti ha portato a una nuova visione dell’interior design e un concept di nave da crociera mai visto prima.

Nelle camere di Costa Smeralda, progettate dallo studio Dordoni Architetti, l’orgoglio nazionale si mescola con lo stile italiano come in un “Grand Tour” dell’Italia. Ogni ponte è associato ad una città italiana, evocata nelle decorazioni degli interni, nella scelta delle tonalità cromatiche e nell’atmosfera. Arrivando dagli ascensori e attraverso i corridoi, questo particolare design ispirato alle località italiane abbraccia gli ospiti, conducendoli sino alle loro camere, concepite come “città in una stanza”. Partendo dal ponte 4 con Palermo, il viaggio procede verso nord attraverso 11 ponti, dove ogni ponte è ispirato a una delle più belle e rappresentative località italiane, come Capri, Roma, Venezia, Milano, per terminare con Bellagio al ponte 17.

Fondendo teatro e architettura, Rockwell Group ha progettato molte delle principali aree di intrattenimento e divertimento della nave, tra cui: il “Colosseo”, l’arena per gli eventi al centro della nave; il “Teatro Sanremo”, un teatro che si trasforma in una discoteca; un beach club e una piscina coperta che ricordano i paesaggi del sud Italia. Evocando una piazza italiana, il “Colosseo”, che si estende su tre ponti, ha un pavimento che riprende il design di Piazza del Campidoglio a Roma, ed è dotato di un atrio a cupola per ospitare spettacoli acrobatici. Gli altri spazi progettati dallo studio comprendono alcuni ristoranti, bar e saloni, le aree dedicate alle escursioni e alle fotografie, e quelle per gli ospiti più piccoli.

Lo studio Jeffrey Beers International ha disegnato invece casinò, jazz Club, bar e ristoranti principali. Ogni spazio celebra a modo suo l’arte, la cultura e l’artigianato italiano. I lampadari di vetro di Murano, l’arredamento colorato, e i pavimenti che richiamano i palazzi e le piazze italiane si alternano con la moquette che rimanda a quadri astratti, con riferimenti alle icone e ai simboli dell’Italia.

Lo studio AWK, compagnia sorella di Partner Ship Design, ha ricoperto il ruolo di Coordinating Architect lavorando fianco a fianco con il cantiere navale Meyer di Turku e con il team di design. Partner Ship Design ha curato il design di diversi bar e ristoranti, del laboratorio di cucina e delle aree benessere, oltre che il design degli esterni: ponti attrezzati, la passeggiata esterna e tutti gli spazi all’aperto che sono una componente fondamentale dell’esperienza di crociera. Nel progetto di Partner Ship Design ci sono spunti, dettagli iconici e riferimenti che spaziano dallo stile classico italiano a immagini e motivi pop.

Al fine di offrire una vera esperienza di design “made in Italy”, gli arredi e le decorazioni di Costa Smeralda sono stati selezionati in collaborazione con prestigiose aziende italiane, tutti esempi eccezionali della qualità manifatturiera, dello stile e delle competenze italiane nel campo dell’arredamento, dell’illuminazione, dei tessuti e accessori.

“Il concetto di Made in italy è una componente fondamentale nel design di Costa Smeralda. Quale modo migliore di mettere in mostra l’eccellenza italiana a bordo di una nave che utilizzare prodotti italiani, fatti dagli italiani?” – ha dichiarato Tihany.
Cappellini e Cassina, Dedar e Driade, Emu e Flos, FontanArte e Kartell, Molteni&C e Moroso, Paola Lenti e Poltrona Frau, Rosa e Rubelli, Alessi: questi brand diventano così ‘attori protagonisti’ – insieme ai progettisti della nave – di una scena attentamente studiata e calibrata in modo da enfatizzare, nel loro confronto, modelli di serie o realizzati appositamente per Costa Smeralda su disegno dalle aziende coinvolte.
Adam D. Tihany
Designer di fama internazionale nel settore dell’ospitalità, Adam D. Tihany ha creato interni di hotel in tutto il mondo, diventati delle vere e proprie icone, come il Beverly Hills Hotel, il Westin Chosun a Seoul, il One & Only a Città del Capo, il Belmond Hotel Cipriani a Venezia, il Breakers a Palm Beach, il Four Seasons Dubai DIFC e l’Oberoi a New Delhi. È stato inoltre uno dei primi designer a collaborare con chef di fama internazionale come Thomas Keller, Heston Blumenthal, Daniel Boulud e Wolfgang Puck per creare interni di ristoranti esclusivi. I suoi progetti sofisticati, spesso innovativi, sono personalizzati per adattarsi alla visione del cliente e rimanere fedeli allo spirito del luogo. Tihany è diventato anche un nome di rilievo nel settore delle crociere con innovative concezioni progettuali per Holland America Line e per le navi extra-lusso di Seabourn, ed è stato nominato direttore creativo di Costa Crociere e della compagnia di crociere britannica Cunard. Nel corso della sua carriera Tihany ha firmato linee di prodotti per celebri aziende internazionali e con il recente lancio di Tihany Product Design continuerà a creare collaborazioni importanti con rinomati produttori di tutto il mondo.

Dordoni Architetti
Dordoni Architetti è uno studio di architettura fondato a Milano da Rodolfo Dordoni, Alessandro Acerbi e Luca Zaniboni. Lo studio incarna il tanto celebrato e rinomato concept italiano di design personalizzato, con soluzioni uniche e tagliate su misura, possibili grazie a una profonda ricerca orientata alla configurazione degli spazi, a un’attenta selezione dei materiali e alla definizione dei dettagli. Dordoni Architetti ha una vasta esperienza nella progettazione architettonica e nell’interior design in svariate aree, con un forte focus nel settore residenziale. Lo studio sviluppa anche progetti per riconversioni industriali e spazi commerciali, supervisionando la realizzazione di ristoranti, boutique, showroom e stand espositivi.

Rockwell Group
Con sede a New York e un ufficio satellite a Madrid, Rockwell Group è uno studio interdisciplinare di architettura e design, che in ogni progetto pone l’accento sull’innovazione. Fondata da David Rockwell, FAIA e guidata da David e dai partner Shawn Sullivan e Greg Keffer, la società, che impiega 250 persone, combina teatro, performance e architettura per creare ambienti ed esperienze straordinarie in tutto il mondo. Tra i progetti firmati dallo studio figurano lo sviluppo a livello globale dei ristoranti e hotel Nobu; Warner Music Group (Los Angeles); W Hotels (New York, Nashville, Parigi, Madrid, Suzhou, Singapore e Vieques); The Shed (Diller Scofidio + Renfro, Lead Architect, Rockwell Group, Collaborating Architect); il restauro del Hayes Theatre (New York); TED Theatre (Vancouver); scenografie per i musical “She Loves Me” e “Kinky Boots”. Onorificenze e riconoscimenti includono i Tony and Drama Desk Awards 2016 per “She Loves Me”; AIANY President’s Award; il Cooper Hewitt National Design Award e il Presidential Design Award.

Jeffrey Beers International
Jeffrey Beers International (JBI) è uno studio di design che vanta numerosi riconoscimenti internazionali per i suoi progetti, che spaziano in diversi ambiti. Fondato da Jeffrey Beers nel 1986, JBI rappresenta il culmine dell’esperienza e della creatività del suo fondatore. Il suo team molto diversificato di architetti, interior designers, disegnatori, scultori, graphic designers è in grado di portare un mix di competenze unico in ogni progetto. JBI ha realizzato numerosi progetti di rilievo, tra cui quelli per lo chef Daniel Boulud, per Silverstein Properties, per noti brand One&Only, The Waldorf Astoria e Fontainebleau. Lo studio non opera solo nel settore dell’ospitalità, ma grazie alla sua esperienza realizza progetti molto innovativi anche in altri ambiti del design.

Partner Ship Design
Il nome Partner Ship Design è sinonimo di acqua, navi e creatività. L’azienda è stata fondata nel 1991 da Kai Bunge e Siegfried Schindler nella città portuale di Amburgo, in Germania. Fin dal primo momento Partner Ship Design si è specializzata nel design per il settore crocieristico, nel quale è tra i leader con all’attivo progetti per le navi di compagnie come AIDA Cruises, Costa Crociere e Carnival Cruise Line, oltre ai concept realizzati per barche a vela e battelli fluviali. I loro servizi spaziano dallo sviluppo della progettazione generale delle navi (GAP), all’interior design e alla supervisione. Grazie a un team di oltre 50 designer creativi e altamente specializzati, sono in grado di creare interni unici e di alta qualità, e atmosfere emozionali personalizzate per ogni singolo progetto.

Rispondi